Concerti

Madonna a Torino, aumentati i controlli di sicurezza

Nonostante la paura, i tre concerti di Madonna a Torino si svolgeranno regolarmente. La prefettura ha disposto lo stesso piano di sicurezza messo in atto per l'ostensione della Sindone.
Madonna

è tra quegli artisti che hanno deciso di non annullare il tour europeo dopo gli attentati di Parigi. La fama della popstar rende i suoi concerti obiettivi particolarmente sensibili per gli attacchi terroristici. In assenza di minacce concrete, le tre date di Madonna previste a Torino il 19, il 21 e il 22 novembre si svolgeranno regolarmente.

Ovvio, il clima non sarà completamente disteso. La gente ha i nervi a fior di pelle ma non vuole rinunciare a vivere la sua vita normalmente. Giusto così ma, giocoforza, i controlli di sicurezza saranno aumentati. Su eventi pubblici di questa portata il Viminale è stato chiaro: massima allerta.

Al Pala Alpitour saranno messe in atto le stesse disposizioni di sicurezza già attuate per l'ostensione della Sindone. I fan saranno filtrati attraverso tre controlli, massima attenzione per zaini e assoluto divieto di entrare bottiglie e contenitori vari. Le persone dovranno esibire un documento d'identità qualora venisse richiesto dalle forze dell'ordine. Chi ne sarà sprovvisto, non potrà entrare nell'impianto, anche se munito del biglietto.

Ma grande preoccupazione c'è per i 1200 biglietti venduti all'estero. Secondo il quotidiano La Stampa, alcune decine di essi sarebbero stati venduti in paesi quali Tonga, Arabia Saudita, Afghanistan. La prefettura suggerisce a tutti di presentarsi ai cancelli prima dell'orario di apertura (18:00) e - nei limiti del possibile - senza zaini che, ovviamente, non sono vietati ma non averli renderebbe più celeri i controlli.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di AllSongs

Riceverai i nostri aggiornamenti anche via email, è semplicissimo!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di AllSongs