News & Gossip

Groove paga cifre record per lo streaming musicale?

Le piattaforme per la musica streaming pagano poco label e artisti? Forse non tutte: ecco cosa è accaduto con Groove Music di Microsoft.
La schermata del sito di Groove

La questione royalties è oggetto di accese discussioni tra label, artisti e piattaforme per la musica in streaming come Spotify e Apple Music. Dove sta il problema? Sta nei ricavi ritenuti esigui dai musicisti e le case discografiche. Per le suddette piattaforme, invece, il pezzo pagato è giusto.

Qualche tempo fa c’è stato un tentativo di ribellione da parte degli artisti: Taylor Swift si è fatta portabandiera di questa crociata prima contro Spotify poi contro Apple e la sua decisione di non retribuire gli artisti per lo streaming dei tre mesi di prova gratuiti del servizio (alla fine la ha raggiunto un accordo soddisfacente con la Apple).

ha fatto ritirare i suoi album dalle piattaforme, anche se la decisione del musicista canadese era dettata dalla pessima qualità della musica riprodotta. A proposito, un paio di mesi fa Neil Young è sbarcato su Tidal: pare che questa piattaforma offra una qualità migliore del suono. La lista degli scontenti potrebbe continuare a lungo.

Ma quanto ricava un artista dallo streaming di un brano? La somma varia dagli 0,05 centesimi di dollari agli 0,80. Eppure in questo mare di disperazione c’è un’isola felice ma attenzione naviganti, perché potrebbe anche trattarsi di un miraggio.

Stando a quanto riportato dal sito Digital Music News, da sempre molto attento a questo tipo di notizie, la piattaforma di Microsoft, Groove sarebbe arrivata a pagare la bellezza di 4,67 dollari (i dati sono relativi allo scorso maggio) per ogni brano ascoltato. La somma pare decisamente fuori mercato. A segnalare la cosa, un’incredula label della quale Digital Music News ha salvaguardato l’anonimato.

La cosa ha sorpreso anche DMN ma una volta fatte tutte le verifiche, ne ha preso atto. Sono state avanzate una serie di teorie per spiegare questo pagamento. Una di queste è che potrebbe trattarsi del ricavato da qualche tipo di sottoscrizione particolare, oppure potrebbe trattarsi di un clamoroso errore nel versamento che, in realtà, sarebbe dovuto essere di 0,0467 dollari.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di AllSongs

Riceverai i nostri aggiornamenti anche via email, è semplicissimo!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di AllSongs